Archive: febbraio 16, 2017

Il Teatro
da Shakespeare a Conrad

“Re Lear” di Luca Ronconi, “Otello” di Michele Placido, “Amleto” di Antonio Calenda con Kim Rossi Stuart: sono queste le principali collaborazioni del Maestro d’armi Renzo Musumeci Greco con il teatro shakespeariano. Ci sono poi le esperienze con lo Stabile del Veneto per le opere di Carlo Goldoni, il musical “Hollywood” con Massimo Ranieri, la trasposizione teatrale dei Duellanti di Conrad con Alessio Boni (nella foto di FEDERICO RIVA, in scena con Marcello Prayer) punto di arrivo di una collaborazione iniziata nel 2008 con “Caravaggio”. Altre importanti sinergie, con Domenico Modugno per “Cyrano” e con giganti del teatro come Vittorio Gassman e Carmelo Bene.

 

L’Opera e il Balletto
dal San Carlo alla Scala

Da decenni, Renzo Musumeci Greco partecipa agli allestimenti di molti dei teatri lirici più importanti d’Italia: l’Arena di Verona, il San Carlo di Napoli, la Scala di Milano e il Regio di Parma. Fra i compositori le cui opere richiedono l’intervento del Maestro d’armi per montare spettacolari battaglie e duelli, Giuseppe Verdi su tutti: dal “Trovatore”, alla “Forza del destino”, al “Corsaro”. E George Bizet con la “Carmen”. Fra i registi, Franco Zeffirelli e Hugo DeAna. Importante è anche la collaborazione con l’étoile Roberto Bolle, istruito nella tecnica della scherma per il balletto “Romeo e Giulietta” di Berlioz (nella foto).